Relazione del Presidente

Care Socie e Cari Soci,

Questa è l’ultima relazione del mio mandato presidenziale, iniziato il 14 maggio del 2012. Il direttivo dell’Associazione Turistica Pro Vinchiaturo ha concluso il suo lavoro quadriennale ed è opportuno tracciare un bilancio della sua attività.

Come sapete, la relazione al bilancio consuntivo riassume l’operato svolto dall'associazione nel corso dell’anno precedente e rappresenta uno dei momenti di maggiore confronto e discussione nella vita sociale di un’associazione.  

Sin dal nostro insediamento abbiamo fondato la forza di questo gruppo sulla capacità di confronto e discussione. Grazie a questo approccio abbiamo saputo trarre insegnamento dai suggerimenti e dai consigli, siamo riusciti a capitalizzare i risultati ottenuti, ma anche a recepire le critiche e le osservazioni, che non sono mancate nel corso degli anni, ma che ci hanno permesso di crescere e migliorare.

Con la prossima Assemblea dei Soci, si chiuderanno formalmente i quattro anni di mandato che i soci dell’Associazione Turistica Pro Vinchiaturo hanno conferito a questo Consiglio Direttivo. Saremo quindi chiamati ad assolvere agli importanti adempimenti statutari di rinnovo degli organi sociali. 

L’Assemblea sarà l’occasione per fare il punto sul cammino che abbiamo percorso insieme in questi quattro anni, per fare un bilancio di ciò che ha funzionato ma anche di quello che va rivisto e potenziato.

È anche una occasione per riflettere insieme sulla presenza e sul ruolo della pro loco e del volontariato nel nostro comune e sulle prospettive che si aprono per il futuro.

È sotto gli occhi di tutti che stiamo uscendo da un momento di grave crisi economica e sociale, dove la spinta verso il volontariato ed in generale verso la partecipazione si è molto affievolita. Prevalgono gli atteggiamenti di insicurezza, di chiusura egoistica nel privato e di timore verso il futuro. 

Tuttavia è stato proprio grazie all’impegno dei volontari, che in alcuni particolari settori della vita pubblica di una comunità, si è riusciti a garantire il sostentamento, l’erogazione e la fruizione di alcuni servizi indispensabili per la coesione ed il rafforzamento della nostra identità sociale. Grazie all’impegno dei volontari della pro loco è stato possibile, in questi quattro anni, risvegliare un discreto entusiasmo verso la cultura, verso le nostre tradizioni e la nostra storia. Siamo riusciti a trasmettere all’esterno dei confini comunali, i nostri valori e l’importanza del nostro patrimonio materiale ed immateriale. Siamo stati in grado di realizzare tutto ciò, solo grazie al nostro entusiasmo, alla nostra passione, alla nostra costante voglia di fare e di metterci in discussione. 

Sono davvero onorato di aver potuto ricoprire questo incarico ma soprattutto di aver avuto modo di lavorare con tutti voi. L’amicizia che si è creata è forse il risultato più bello, aldilà di tutto quello che abbiamo fatto per questo paese. 

Chiudendo questa doverosa premessa, lasciatemi ripercorrere brevemente i momenti più significativi di questi quattro anni. 

L’associazione, nel 2012, ha ripreso ad operare dopo circa 10 anni di inattività e per questo motivo l’avvio non è stato affatto semplice. Nonostante ciò, nel corso dei quattro anni appena trascorsi abbiamo saputo stimolare l’interesse della popolazione vinchiaturese, richiamando intorno alla Pro loco la simpatia di molte persone e riuscendo a coinvolgere circa 100 soci ogni anno; 
Nel corso del nostro mandato sono stati promossi ed organizzati ben 107 eventi di carattere culturale, sportivo, enogastronomico, popolare; Abbiamo stimato in circa 41.000 le persone che hanno visitato Vinchiaturo in occasione delle nostre manifestazioni. 

Inoltre, ci siamo fatti promotori: nel 2013, di una Guida Turistica dal nome “Scopri Vinchiaturo” con una tiratura di circa 2500 copie che sono andate quasi tutte esaurite; nel 2014 abbiamo attuato e realizzato il  progetto di recupero e di restauro conservativo della Fontana dei Quattro Leoni; abbiamo partecipato, in qualità di soci fondatori, alla costituzione del primo consorzio di pro loco molisane denominato “Antico Sannio” ed abbiamo preso parte in rappresentanza del Molise, all’Assemblea Annuale dell’UNPLI che si è svolta ad Assisi; nel 2015 a coronamento degli sforzi profusi abbiamo ottenuto un piccolo ma prestigioso finanziamento europeo che ha permesso di realizzare il progetto “Scrigni della Memoria” per la valorizzazione e la tutela del patrimonio fotografico Vinchiaturese. Abbiamo raccolto, digitalizzato e catalogato più di 2000 fotografie storiche di Vinchiaturo e della sua gente, ponendo le basi per lo sviluppo di un archivio storico fotografico della comunità. 

Nel corso del 2015, l’Associazione, ha giocato un ruolo attivo nell’organizzazione del rientro dei cittadini vinchiaturesi residenti all’estero, garantendo il necessario supporto all’Amministrazione Comunale e favorendo il coordinamento ed il raccordo con tutte le associazioni attive sul territorio comunale. 

In conclusione lasciatemi lanciare un appello all’Amministrazione comunale e a tutte le istituzioni locali. Nel corso del nostro mandato abbiamo dimostrato che l’impegno e la passione portano risultati concreti; abbiamo risvegliato l’interesse della cittadinanza verso la cultura e verso le tradizioni, ci siamo fatti promotori di eventi culturali e letterali di rilievo. Per questo motivo non è più possibile accettare che un paese come Vinchiaturo con una popolazione di 3300 abitanti non abbia un luogo pubblico dedicato alla promozione della cultura. Un luogo dove sia possibile ospitare conferenze, incontri letterari, spettacoli teatrali e musicali. 

Per questo motivo chiedo all’Amministrazione Comunale e al nuovo Consiglio Direttivo che si insedierà da qui ai prossimi mesi, di farsi promotore presso il Parroco Don Fabio e presso la Curia Arcivescovile di Campobasso-Bojano di una proposta di riconversione della Chiesa del Purgatorio che allo stato attuale risulta chiusa ed inutilizzata durante tutto l’arco dell’anno.
Tale spazio potrebbe essere riconvertito e messo a disposizione della cittadinanza, sgravando in questo modo la parrocchia degli oneri economici che attualmente comporta la gestione dell’immobile.  

È sicuramente un percorso complesso ed articolato, ma rappresenterebbe l’ideale collocazione per un teatro o per una sala polifunzionale nel pieno centro del paese.
Nella speranza di aver lanciato un impulso per le future attività spero che il cammino da noi iniziato possa essere portato avanti con continuità e successo. 

Vinchiaturo, 14 febbraio 2016

Il Presidente
Angelo Primiani




 

 

 

 




















Relazione del Collegio dei Revisori Contabili

L’anno appena concluso è stato caratterizzato da un numeroso ritorno a casa da parte dei concittadini vinchiaturesi di oltreoceano.
E questo fatto, ovviamente, ha caratterizzato in modo consistente le attività dell’Associazione Turistica Pro Vinchiaturo.
L’anno è stato anche caratterizzato dalla realizzazione di un progetto a cofinanziamento europeo, denominato “Scrigni della memoria”.
Per questa ragione, sia tra le entrate che tra le uscite, sono presenti voci relative ad attività straordinarie di notevole entità.

Entrate
Le entrate ordinarie, relative a tesseramento, finanziamento istituzionale e autofinanziamento per attività istituzionale sono pari ad euro 25.303,00
Tra le entrate ordinarie quelle dovute al tesseramento dimostrano la buona tenuta della compagine associativa.  
Il contributo del Comune di Vinchiaturo è in linea con quello dello scorso anno.

Le entrate relative alla organizzazione di manifestazioni ed iniziative sono praticamente allo stesso livello dello scorso anno essendo pari a euro 16.908,00

Questo dato denota, per il quarto anno consecutivo, una costante capacita di autofinanziamento dell’Associazione anche nel permanere di una situazione socioeconomica non certo favorevole.
Si rileva, come per le passate annualità, l’assenza di contributi da parte della Regione Molise e da parte della Provincia di Campobasso.

Le entrate straordinarie, come precedentemente specificate, ammontano a euro 27.607,69

Tra le entrate straordinarie, il fondo di riserva portato a nuovo ammonta a euro 5.347,00. Quelle relative al progetto “Scrigni della Memoria” ad euro 1.500,00, quelli relativi ad attività natalizie ad euro 1.000,00, ed infine quelli relativi al “Ritorno a Casa” ad euro 19.760,69.

Uscite
Tra le uscite quelle relative al funzionamento ed alla manutenzione delle strutture ammontano ad euro 2.908,04 
Le spese relative ad attività istituzionali sono pari ad euro 21.643,12, mentre le uscite per attività straordinarie assommano ad euro 19.980,53.
Le uscite straordinarie dell’anno trascorso sono state, quasi per la loro totalità, relative al “Ritorno a Casa” dei concittadini vinchiaturesi che vivono nelle Americhe. 

L’Associazione ha gestito tutto il macro-evento, sia organizzando e realizzando direttamente alcuni eventi, sia coordinando le attività di altre Associazioni o Strutture. 

In queste ultime manifestazioni la proloco ha operato anche come centro di pagamento per tutte le attività realizzate dalle altre associazioni, rimborsando, a fronte di giustificativi di spesa, i costi sostenuti dalle stesse nella realizzazione dei progetti concordati.

Considerando le uscite al netto di quelle straordinarie si evidenza un ottimo rapporto tra uscire per attività istituzionali e spese di funzionamento, indice, questo, di notevole economicità nel gestire la struttura.

Per il quarto anno consecutivo l'Associazione Turistica Pro Vinchiaturo chiude il rendiconto in attivo con un saldo di €uro 6.539,00, portato a nuovo come “Avanzo di bilancio”.
Conclusioni
Dopo aver visionato la contabilità e i giustificativi di spesa si testimonia la correttezza formale e sostanziale del rendiconto 2015 della Associazione Turistica Pro Vinchiaturo. 

Considerazioni di fine mandato
Nei quattro anni di attività il Consiglio ha operato sempre con competenza e trasparenza, curando di avere una contabilità chiara e documentata nei minimi particolari.

A questa efficienza hanno fatto eco una altrettanto efficace capacità di allocazione delle risorse e una notevole oculatezza nella loro gestione, tanto da mantenere costantemente l’associazione esente da esposizioni debitorie nella continuità della gestione economica.

Il Consiglio si è trovato ad operare dopo molti anni di inattività in un momento congiunturale non favorevole non solo a livello socioeconomico ma anche di carenza motivazionale, che il perdurare di una crisi economica non poteva non accentuare.

Nonostante ciò, nel corso di questi quattro anni, i componenti il Comitato, ognuno con il proprio bagaglio di esperienza, motivazione ed entusiasmo, hanno saputo leggere bene i tempi e recepire i mutamenti di interessi, di gusti e di possibilità a disposizione, e hanno avuto la capacità di trovare, sempre, risposte adeguate e proposte al passo con l’evoluzione sociale e culturale non solo di Vinchiaturo, ma anche del territorio molisano, portando l’Associazione, per queste riconosciute capacità, a ricoprire un ruolo trainante tra le altre proloco e nell’ambito dell’UNPLI. 


Vinchiaturo, 14 febbraio 2016.

Il Collegio dei Revisori Contabili
Mauro Del Cioppo
Tullia Perrella



0 commenti:

Posta un commento

 
Top